martedì 30 gennaio 2007

Meeting Vigonovo

Questo post è stato scritto in collaborazione con Barbara che, in quanto a vena descrittiva, è impareggiabile!?!?


Ore 07:55: lentamente, l’Eurostar sferragliando lascia alle sue spalle una sonnecchiosa e poco assolata Milano alla volta di Venezia… Noi, però, ci fermeremo prima: la nostra meta è Vigonovo, Padova, ed il meeting veneto organizzato da Rossella…

Il trolley contiene tutto il materiale per passare una giornata all’insegna dell’allegria e della spensieratezza, in compagnia di altre pazzoidi come noi quasi sempre alle prese con carta e forbici.

Padova ci accoglie con un bel sole (il grigio di Milano è opprimente!) ed un’arietta frizzante: incontriamo subito Luciana e Patrizia, dirette verso l’appuntamento con Martina e la sua macchina per il tratto finale da Padova a Vigonovo…

Chiediamo tempo per andare a cambiare la prenotazione del ritorno: a Milano c’è il blocco totale del traffico e ci arriveremmo proprio nel bel mezzo… Come raggiungeremmo casa, poi?

Prenotazione cambiata e via, verso la meta finale, in compagnia di Carlotta, figlia di Martina, occhioni azzurri azzurri e timidezza iniziale di tutti i bambini…

Come l’altra volta, il capo di Rossella ci ha gentilmente messo a disposizione i locali della sua azienda (un monumento ci vorrebbe!?!?) per questa nostra pazza giornata ed alla porta ci accolgono la padrona di casa e le prime arrivate…




Perdonate, ma noi con i nomi proprio non ci siamo… Le gemelle Paola e Francesca ci perdoneranno, ma se prima avevamo una possibilità di riconoscerle grazie a sapienti diverse tinte di capelli, adesso l’uniformità di colore ci spiazza!?!?






All’interno, oltre al calore dei visi amici, due tavoli: uno occupato da Tati, a cui fortunatamente (sia per lei che per noi!) avevano riconsegnato la mitica valigiona persa nei meandri dell’etere… L’altro tavolo, invece, occupato dal gruppetto delle romane (Martha, Carola ed Helena) che abbiamo rivisto con piacere.

Tempo di poggiare borse e vivande per il pranzo e ci avventuriamo, tra una facezia e l’altra, nei due “banchetti” carichi carichi di tante belle cosine… La nostra voglia di shopping ringrazia, il nostro portafoglio un po’ meno!?!? E gli “esattori” sorridono all’obiettivo fotografico di Bianca!?!?


Il tempo stringe: bisogna mettersi al lavoro… Tati,
come per l’altra volta, è ancora la nostra disponibilissima e pazientissima teacher e l’American Paper Bag ci aspetta…




Carlotta non è sola: Debora arriva accompagnata da suo figlio e poi, in ultimo, arrivano anche Nadia ed Alessandro, eletto, dopo Bianca, a fotografo ufficiale della giornata, con Christian… Tra i piccoli, attimi di normale diffidenza iniziale e poi si scatenano nei loro giochi…

Tra una risata e l’altra, scegliendo i colori adatti pagina per pagina, la mattinata passa in fretta: la nostra teacher reclama cibo e cibo sia…

Ci si trasferisce nella sala riunioni dove, sul tavolone centrale, sono state depositate le varie cibarie: torte salate e dolci, salatini, patatine, la crescenta portata delle bolognesi (è questo il nome, ragazze? Chiediamo conferma!) con tanto di affettato e chi ne ha più ne metta… Tutto buonissimo ed apprezzatissimo… L’apoteosi arriva al dolce, con i fantastici calzoncini alla Nutella di Debora… Sui chiacchieroni commensali cala un silenzio catartico!
Niente paura: non è un extra terrestre, è Christian che ha fatto incetta di cioccolatini m&m colorati!!!

Adesso, però, si ricomincia, ragazze… Misura, taglia, “distressa”, incolla, fai i tondini con lo “gn gn” ed il tondo grosso con lo “gn” (Marcella può esservi d’aiuto per la traduzione!?!?), la pazzia aumenta… Il ricovero coatto è ormai prossimo: ci lasceranno, però, tutto il necessario per scrappare? Esistono anche delle forbici per la sola carta che non feriscono!?!?


Novità portata da Tati: un meraviglioso e assolutamente maneggevole "utensile" di nome "Cropodile" capace di forare cartoncini spessi, cd, inserire eyelets di tutte le misure.
Piccola pubblicità commerciale: chi lo volesse contatti Tati . Noi, intanto, ci siamo già portate avanti : l'abbiamo già prenotato ed a breve ce l'avremo!!!



L’abbiocco da post-mangiatona comincia a farsi sentire… Il ritmo di lavoro scema, così come comincia a calare il sole… Arriva il tempo della solita foto di gruppo con Alessandro carico di macchine fotografiche!?!?



Cominciano i primi saluti: i chilometri che separano tutte noi da casa sono tanti… Tati ha finito la sua vacanza italiana e deve rientrare nella lontanissima Sacramento…

Tempo di ultime chiacchiere, mentre l’imbrunire si avvicina… Ultimi saluti ed un ringraziamento alla padrona di casa a cui, come al solito, lasciamo un casino da sistemare…

Si ricompongono i trolleys, ormai saturi di cose acquistate, e si giunge in stazione: abbiamo ancora un po’ di tempo prima che il nostro treno arrivi e ci godiamo il fresco della sera, accompagnate dal simpatico accento veneto…

Sul treno la stanchezza ha il sopravvento: chiudiamo gli occhi e facciamo un piccolo “riposino”… La fredda Milano ci accoglie con il suo casino, il suo freddo ed il suo grigiore… La normale vita di tutti i giorni è dietro l’angolo ad attenderci…

Alla prossima ragazze… Grazie della compagnia e scusate i nomi sbagliati o le cose dimenticate…

Bianca & Barbara

6 commenti:

  1. Luciana12:34 PM

    Splendido resoconto: avete descritto perfettamente la bellissima giornata trascorsa!!!!

    RispondiElimina
  2. che invidia!!!Avete proprio tracsorso una fantastica giornata!!
    Sonia

    RispondiElimina
  3. il resoconto è esilarante! mi fa mordere fino ai gomiti per non esser venuta!
    Il tuo pba è stupendo!

    RispondiElimina
  4. non so cosa aggiungere!!! Ormai dovrei essere abituata al calore con cui mi accogliete sempre, ma ogni volta riuscite a commuovermi!!! Ragazze vi voglio un mondo di bene!!!!!

    RispondiElimina
  5. Grazie per i complimenti, ma il PBA "stupendo" è quello originale di Tati

    RispondiElimina
  6. Bianca, hai fattouna cronaca dettagliatissima e perfetta, compresi i nomi (crescenta e' il nome esatto!!).
    Alla prossima

    RispondiElimina