lunedì 19 gennaio 2009

Il filo di Pirka... è arrivato a Concesio

Ieri c'è stato il solito meeting regionale presso Hobby di Carta....a differenza degli incontri precedenti non c'è stata molta affluenza a causa di malanni, impegni e altro....insomma eravamo proprio in pochine!

Intanto ho rivisto con piacere Silva e conosciuto Manuela, appena iscrittasi all'ASI...conosciuto Valentina , una ragazza dolcissima che da poco si è associata ....all'inizio un po' timida, ma che si è subito integrata nel gruppetto.....


Mara, anche lei una nuovissima associata che presto entrerà a far parte della lista, Lalla,



nonna simpaticissima di Davi a cui piaceva molto farsi riprendere e che, a richiesta...si metteva in posa per farsi fotografare...degno discendente di Simona e Fabrizio!!


C'era anche Barbara, la mia consueta compagna di viaggio e avventure!!


Ieri la giornata è stata dedicata al pirka, che io già avevo sentito nominare ma che ancora non conoscevo bene....fino a ieri, perchè grazie a Betta

ora possiamo in tutta onestà dire che sappiamo cosa sia, a cosa serva, cosa si può ottenere con esso....e....non tutto il male viene per nuocere come ho appena detto, essendo in poche....siamo riuscite a seguirla fin nei minimi dettagli e le abbiamo fatto svelare molti "segreti" su questa bellissima arte che....cosa molto importante....è applicabile allo scrap....che è quello che in fin dei conti vogliamo.

Ma so che naturalmente siete in attesa di quello che abbiamo fatto...ovviamente abbiamo trascorso l'intera giornata con il filo Pirka....

..un filo finlandese di pura cellulosa che non sbiadisce col tempo, che può essere bagnato e una volta asciutto ritorna della consistenza originale, che è utilizzabile con i ferri della lana.. con l'uncinetto....un filo molto resistente che si srotola, si apre e che esiste di diversi formati: micro che una volta aperto è largo ca 1,5 cm, sottile largo ca 2cm, macro che raggiunge ca a0 cm, vite (formato da 4 fili che possono essere intrecciati), piatto simile alla rafia senza particolari venature (caratteristica di tutti gli altri tipi).
Betta ci ha illustrato pazientemente molti lavoretti, tra i quali come creare dei fiori stilizzati....con filo sottile: 5 pezzetti da 6 cm. srotolati solo da una parte e 6 da 7 cm sempre srotolati da una parte


per il pistillo o lo si recupera dai fiori delle bombonierie o lo si può creare facendo un nodino all'estermità del filo



tenendi i fili dei pistilli al centro (5/6 fili), si mette un po' di vinavil pura, non diluita, alla base dei petali e li si mette a raggiera attorno ai pistilli, uno alla volta e si forma il 1° giro.


Stessa cosa con gli altri petali lunghi 7 cm e li si dispone sempre a raggiera (2° giro) cercando di coprire i buchi tra un petalo e l'altro del 1° giro.



I fiori lo si possono utilizzare come abbellimento mettendoli su rametti di cannella,

oppure su un segnaposto, avendo l'accortezza di accorciare la misura dei petali:

in questo caso, una volta piegato il cartoncino, sono stati fatti 2 photo corners sempre con il filo sottile, incollandolo solo da dietro per avere la possibilità di infilare nei 2 angolini una striscetta, il cui bordo è stato sporcato con il tampone azzurro e su cui scrivere il nome del commensale!!

Siamo anche riusciti a imparare il nodo piatto (bellissimo e abbastanza semplice per ottenere dei bordi sfizioni da inserire nei LOs e il nodo piatto spostato con la tecnica del macramè, per ottenere una bella rete, sempre da utilizzare come abbellimento nei LOs...questa è però necessario che la rifaccia subito con calma per non dimenticare il procedimento....appena fatta una prova.... lo posterò!

Questi sono alcuni lavori fatti da Betta:
collane in macramè

cards

cover per un albumetto utilizzando diversi fili macro srotolati...il bello è che dato che ci sono le nervatura non si vede assolutamente la giunzione di 2 pezzi!


scatolina abbellita con roselline:


oggetti vari:


e questo è il nostro gruppo di studio!!



Intanto, dato che sono una studentessa diligente :) a casa sono riuscita a rifare la borsina che è utilissima come porta memorabilia, oggettini piccoli da inserire in un LO oppure come portaconfetti, etc.
Ecco qui l'esperimento che ho fatto passo passo:

prendere 20 cm di filo macro e srotolarlo:


piegare a metà il rettangolo ottenuto e incollare con la colla vinavil i lati fino a 3 cm dal bordo e ripiegare i bordi verso l'esterno:

passare un po' di colla lungo i lati esterni del bordo per non più di 0,5 cm. L'interno del bordo e le due parti estreme non devono essere incollate perchè devono passarci dei fili!!
Tagliare 2 pezzi di filo "sottile", 1 da 25 cm e 1 da 40 cm: infilarli nel bordo uno dalla parte sinistra e fargli fare tutto il giro per farlo uscire dalla parte destra, l'altro esattamente l'inverso. Dovrete trovare 2 fili che escono da una parte e 2 dall'altra!

Rivoltare al diritto la borsina....fin'ora avete lavorato al rovescio! Non abbiate paura perchè non si strappa! Otterrete una borsina come questa:

Prendete in mano 2 fili per parte e tirate fino ad arricciare il bordo. Avrete da una parte il filo più lungo che servirà per formare il manico in questo modo....fate un nodo. Srotolare le 2 estremità, ad eccezione della punta per fare 2 foglioline. Potete decorarla a piacere con un fiorellino recuperato da una bomboniera o fatto con il filo Pirka.




Il fiorellino che ho fatto io è quello che ho trovato sul sito di Betta...se ci sono riuscita io, potete provarci anche voi!!
Questa è la borsetta terminata....mi piace molto come è venuta e ne sono soddisfatta!


In conclusione....è stata una giornata produttiva, tranquilla e molto interessante!!
Grazie Betta per la pazienza dimostrata e grazie a Sabry che come al solito ci ha ospitato e permesso di incontrarci!!

10 commenti:

  1. Bianca come al solito un ottimo reportage!!! mi spiace essere dovuta andar via prima, ma sono contenta di avervi rivisto
    baciotti
    Silva

    p.s. vedo che ti sei subito data da fare!

    RispondiElimina
  2. mi spiace tantissimo non aver partecipato anche a questo incontro, deve essere stato davvero interessante il corso!!
    un bacione!

    RispondiElimina
  3. Bellissima la borsina !!!

    RispondiElimina
  4. Bianca, che reportage perfetto e completo!
    Mi ha fatto molto piacere conoscerti di persona...e magari la prossima volta veniamo da sole, così ci fermiamo di più...la pazienza del maritozzo non è molta!
    Baciotti
    Manu

    RispondiElimina
  5. Bianca resoconto perfetto! E la tua borsina decorata un bijoux! Baci

    RispondiElimina
  6. Ciao Bianca:)
    Grazie del resoconto, puntuale come sempre! Non te ne fai mancare uno di meeting eh? BRAVAA!!!

    RispondiElimina
  7. bellissimo racconto Bianca!!!

    RispondiElimina
  8. Che bella giornata che avete passato!!!
    Anch'io ho conosciuto il pirka grazie a quell'angelo di Betta, ha le manine d'oro non solo in quello, ma anche nello scrap!!!

    RispondiElimina
  9. Che bello...tutto tutto....il tuo resoconto..le foto ,...le cose che avete fatte.....pure io sigh sigh!!!!
    Bianca...che invidia!!!!
    Ma buona eh!!!

    Baci
    BarbaradaRoma

    RispondiElimina
  10. Che bei lavori!!!
    Complimenti!

    RispondiElimina